domenica 9 febbraio 2014

Tema: Sappiatelo, io russo

Sez. Mi sono innamorato di te perchè
Svolgimento

Quando russo produco un rumore pari a quello di una segheria nei boschi del Canada, alle volte mi sveglio da quanto russo forte, e più stanco sono più russo. Sono un po’ più ordinato di una segheria, non produco trucioli di nessuna natura, forma o dimensione: magra consolazione, invero.
Sabato notte mi ascoltavo russare: sì, alle volte mi succede di udire i rumori attorno a me anche se continuo a dormire, e ben dopo la fase del dormiveglia; è una cosa curiosa per una persona che quando prende bene il sonno potrebbe anche essere morta, e che è riuscita a dormire nel centro di una tromba d’aria. Questa volta ho percepito, oltre al solito ronf ronf, un sibilo, quasi lo sfiato di una pentola a pressione che mi fa sembrare una versione in carne e peli della macchina “sforna pasticci di pollo” di Mrs. Tweedy (e chi non ha visto il film della Pixar Galline in fuga magari non mi capirà, ma pazienza). Alessandro mi dice che non è una novità. Io mi rendo conto di provare una gratitudine immensa per quell’uomo, una tenerezza infinita ed una grande compassione perché s’è preso in corpo per una considerevole fetta di eternità un moroso che infesterà i suoi sonni, e gli renderà quasi impossibile dormire decentemente.

Per quell’uomo che sa benissimo di essere il quinto di cinque flirt contemporanei, e che ha fatto spostare su di sé l’ago della ruota della fortuna una sera in cui avevo deciso di andarci con più calma del solito e non partire con le grandi manovre; sono dieci anni che gli è riuscito di togliermi i boxer senza che ancora abbia capito come ha fatto: un riconoscimento glielo devo!

Mauro Melon

11 commenti:

  1. Non produco trucioli è da scompisciarsi, se penso che ogni mattina io me ne ritrovo una collinetta accanto al letto. Ciao, Mauro, hai un moroso coraggioso. (emoticonov: russo)

    RispondiElimina
  2. Grazie ;)

    approfitto per correggere: Galline in fuga non è della Pixar ma della Dreamworks

    RispondiElimina
  3. questo pezzo mi piace assai assai perchè è zavorrato al suolo, non c'è letterarietà, costruzione ma spontaneità in una lingua non banale, che coglie la natura umana nei suoi aspetti quotidiani. di cose così ne potrei leggere pagine e pagine
    giorgio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D
      Adesso hai capito che cosa volevo dire quando ho detto di essere romantico come una merda sotto la pioggia, no? (Espressione che ho rubato a un collega rumeno perché mi fa sempre ridere, così come "scappare come un asino nella nebbia")

      Elimina
    2. di merda narrativa me ne intendo... c'ho scritto una cosa veramente schifosa che alla prima occasione ti faccio avere
      bravo melon!
      gd

      Elimina
  4. FedericoMoccio9 febbraio 2014 22:01

    ahhahahah, è zavorrato perchè non gliene importa una cippa di essere "letterario" nel senso più scontato del termine. Hanno ragione gli altri, Melon, proprio simpatico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per rifarmi a una vecchia canzone: "Je suis ce que je suis" ;)

      Elimina
  5. Pezzo davvero toccante - vivo e vero!

    ps "Galline in fuga" fu distribuito dalla Dreamworks, ma si tratta, in realtà, di una produzione Aardman Animation, casa cinematografica inglese specializzata in Stop Motion (tutte le scene del film sono girate con pupazzi di plastilina)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è bello sentirselo dire. Certe cose mi vengono giù di getto, e di solito sono quelle che funzionano meglio.

      P. S.: se non mi sbaglio dovrebbero essere gli stessi che aveva curato anche Wallace & Gromit

      Elimina
  6. Mauro: la tua scrittura è quasi divertente come te! E mi piace la quasi assoluta mancanza di voli pindarici. La vita vera si respira tra i trucioli, mica nelle seghe (mentali)!
    Concordo con D'Amato, il finale è strepitoso.

    RispondiElimina